martedì 5 aprile 2016

le infinite volte che mento a me stessa!

Qualche volta capita che non tutto quello che ci succede sia entusiasmante, anzi sembra tutto monotono e fermo. I giorni, le ore, i minuti che scorrono sembrano rallentati e incerti. il sole che riscalda i prati, i fiori con il loro profumo inebriante, il tenue calore di aprile sul viso. In questi momenti di "riposo" fisico e mentale ripenso a quella volta che pensavo di poter essere "qualcuno di importante" o a quell'altra in cui immaginavo di poter "girare il mondo in mongolfiera". Quando sono fortemente delusa di qualcuno non faccio altro che pensarci, ma la cosa peggiore è  quando sono delusa di me stessa o non ho fiducia nelle mie facoltà, perché è allora che mi rifugio nei miei sogni, nei mie pensieri, nella vita parallela della mia anima. 
Durante il giorno passo molto tempo sulla mia scrivania a studiare, sopra ho un porta matite pieno di pastelli perché mi piace imbrattare i libri quando studio. Il mio colore preferito è azzurro, ma la maggior parte dei pastelli che ho sono verdi (verde chiaro, verde scuro, petrolio, verde smeraldo..). L'azzurro è un colore bellissimo, lo adoro, ma sui quaderni non si vede.. ed allora preferisco usare il verde! Ho come l'impressione che la vita o quello che faccio sia come il colore verde: un rimpiazzo molto efficace a quello che amo.
Sognare paradisi tropicali sotto la pioggia, sognare un amore quando si è soli, sognare di luoghi e di persone, sognare, sognare, sognare... E' un peccato che la nostra mente sia in grado di creare spazi tanto GRANDI, di prescindere le leggi del tempo (andare avanti e tornare indietro,  vivere un evento al contrario..), di farci rivedere e parlare con persone che non ci sono più; di far prendere forma ai colori e farli diventare paesaggi, mari, persone.. E' un peccato che la nostra mente sia in grado di farci vivere avventure un milione di volte più emozionanti della realtà, di trasportarci dall'altra parte del mondo in un millisecondo.. e che tutto questo debba rimanere chiuso in un cranio di ossa e carne. Forse è per questo che si dice che in ogni persona c'è un mondo, secondo me in ogni persona ci sono infiniti mondi, infiniti desideri, infinite volte che mentono a loro stesse..