mercoledì 22 agosto 2012

Siamo soli?

Ognuno di noi dentro di sé ha una forza ceca che lo spinge ad andare avanti. Spesso però smarriamo la strada e ci ritroviamo schiavi del nostro dolore che spegne la luce, ci fa brancolare nel buio e non vediamo vie d'uscita. Ci sentiamo come se ogni nostra possibile scelta fosse sbagliata, ci sentiamo come animali pronti al macello e addirittura cominciamo a fantasticare su cose tipo la morte.
Rimandi e rimandi la scelta, oppure scegli e sbagli di nuovo e quei pensieri si fanno sempre più vivi. Passa il tempo e il dolore rimane, passa il tempo e il rancore acceca tutte le tue giornate e pensi: come faccio a superare questo momento? Ci sarà un domani in cui io sarò felice?
Passano altri giorni e non succede niente. Passano mesi e reste tutto uguale. Passano anni e la vita delude ancora.
Poi quelle domande iniziano a darsi risposte da sole: Non è il mondo il problema, il problema sono io.
Decidi allora di intraprendere nuove strade, con passione, con buone intenzioni, con speranze. Per un po' ti sembra che vada tutto per il verso giusto perché finalmente ti senti realizzato e riesci a sorride. Ma poi ripiombi nel abisso quando un ricordo ti stronca la risata e ti fa rigurgitare rabbia e delusione. Non ci puoi fare niente, ci sono giorni sì e ci sono giorni no. C'è chi la vita la vive a pieno e c'è chi sta riparato in un angoletto a guardarsela vivere facendo scegliere agli altri. Ora penso: e chi può dar loro torto! Loro già sanno dove andranno a finire, non corrono rischi. Loro non sono stupidi sono furbi.
Allo stesso modo penso che c'è chi è nato per stare insieme e c'è chi è nato per stare da solo. Alcune anime sono troppo complicate, troppo ingombranti, troppo forti per stare con qualcuno. Queste già da sole sono complete, non hanno bisogno di un compagno di vita.
Nessuno può leggere nella mente degli altri, ma sarebbe bello poterlo fare perché io vorrei capire cosa pensano le persone difronte ai problemi. Vorrei capire come si auto convincono che valga la pena andare avanti, vorrei proprio scoprire da dove prendono la forza.
Se la vita è la cosa più preziosa che abbiamo, la cosa più bella, la cosa che per quanto puoi detestare non te ne vuoi privare, perché è così dannatamente straziante?