lunedì 30 aprile 2012

cos'ho capito?

Fino allo scorso anno ho pianto molte volte difronte a quelli che ritenevo grandi problemi. Poi però mi sono trovata faccia a faccia con quelle che sono le disgrazie vere della vita e ho capito una cosa: difronte ai veri problemi non serve e non bisogna piangere, bisogna rialzarsi, farsi forza ed andare avanti.. tanto avremo tutta la vita per piangere! 
Ripensando al passato ho capito di quanto fossi stata veramente immatura a star male per delle baggianate e a piangere: piangendo non si risolve niente. Gli ostacoli reali che la vita ti mette non li puoi arginare, li devi combattere a denti stretti, devi guardarti allo specchio e importi di non frignare, devi aiutarti, devi uscirne, per tornare a vivere. Ho capito che non si può sperare di essere felici, ma che non bisogna mai sperare di trovare la serenità e la tranquillità. Ho capito che quando starà male un amico non gli dirò frasi banali come: "sappi che io ci sarò!" perché sono dozzinali e non servono, gli dirò quello che io ho dovuto imparare a mie spese e cioè che quando vedi la tua vita andare in frantumi, quando crolla un pilastro portante e ti ritrovi col soffitto sulle spalle, quello che devi fare è trovare la forza di reagire, devi prendere un bel sospiro e cercare, come un naufrago nel mare, di nuotare verso un isola che si vede a malapena, verso la pace. Anche solo il provare a reagire, farà scoprire una FORZA che non si sapeva neanche di avere.