giovedì 29 settembre 2011

tentazioni o vizi?

Oscar Wild diceva: "l'unico modo per liberarsi da una tentazione è cedervi.." Forse è vero. Forse cedere a una tentazione è davvero l'unico modo per liberarci da una tentazione. Ma se poi non ne avessimo abbastanza? Se dopo averle ceduto una volta volessimo rifarlo un'altra e un'altra e un'altra volta ancora? Se la tentazione si trasformasse in un vizio?
Nel momento in cui si è certi di riuscire a non prendere un vizio, proprio in quel momento ne prendiamo uno. Prendiamo per esempio i fumatori. Di fronte alla loro prima sigaretta tutti o quasi tutti pensano la medesima cosa: tanto è solo una sigaretta!  
Quante volte usiamo la parola "tanto"
Sapete quando la usiamo? Quando ci arrendiamo all'evidenza, quando capiamo che qualsiasi cosa facessimo le cose non tornerebbero mai come prima. Usiamo questa parola quando molliamo. La usiamo con codardia quando non vogliamo affrontare i problemi.
La cosa più brutta di quel tanto è che a volte pensiamo di usarlo con audacia. Pensiamo che per cedere ad una tentazione ci voglia audacia. Non c'è nulla di più sbagliato: l'audacia sta nel cedere una sola volta e tornare noi stessi dopo quell'esperienza e quest'audacia ha anche un nome "sangue freddo".
Quando cediamo ad una tentazione la cosa più sbagliata che possiamo fare, ed è anche la cosa che facciamo più spesso, è trovare 1000 buoni motivi per ricadervi. Diventa un vizio quasi un ossessione e noi stessi diventiamo così sicuri di noi stessi che allontaniamo tutti quelli che cercano di aiutarci. Diventiamo in poco tempo da ottimi amici a estranei.. arriviamo ad un punto in cui l'unica cosa che ci rimane è il nostro vizio e le nostre 1000 buone scuse! Con ciò voglio dire che per me i vizi nella vita di una persona possono starci, infatti come diceva Lysander Spooner "Vices Are Not Crimes", ma i nostri vizi non devono mai distruggere i nostri rapporti con le persone che amiamo e che ci amano.. l'unico modo è imporci con il nostro sangue freddo.

Nessun commento:

Posta un commento